Arte, filantropia, collezionismo, ricerca artistica contemporanea.

Affordable Art Fair 2015

Asta Flash BASEZERO

e mostra a Spazio Tadini, Milano

Questo è ciò che accadrà a tante idee in tante opere, dalle mani che le producono, alle mani a cui verrà consegnato il segno, occhi che vedono la realtà e occhi che la seducono.

Un’opera del pittore Favazzi, il sottoscritto, sarà presente a un’asta nel contesto di AAF, questo grazie alla casa d’aste Basezero.

Qui quindi chiedo, cercando di intercettare pensieri, di credere all’opera artistica proposta, come risultato e tappa di una ricerca attorno al segno, segno che rende visibile un pensiero, un pensiero diretto a ciò che di bello nel mondo può accadere ed emergere, come una terra curata da un’acqua pulita.

Il mondo creato rappresenta il segno da un punto.

L’arte di oggi.

Digitali informazioni rendono forse più efficace la comunicazione tra segni, eppure lo spazio assorbito da un’opera d’arte è uno spazio che trasforma le coordinate in luogo, luogo in cui si concentrano energie. Energie che circolano tra i segni, segni che rappresentano la mente in movimento che trova riposo o ritmo.

Parole che collegano i fatti, colori che collegano visioni mutevoli di un valore creativo.

A Spazio Tadini tante opere in mostra, così come a Affordable Art Fair, in mezzo un’asta con BaseZero, inevitabile quindi l’appello a sostenere una ricerca, ma anche il pensiero di tante opere assieme: quale il senso che renderà più efficace il segno? quale il segno che renderà più efficace il senso?

Tra comunicazioni e investimenti, il mio marketing può permettersi di scrivere qui, il resto è troppo sotto l’influsso magico dell’arte con cui il motore della vita tiene in circolo la volontà di miliardi di persone, miliardi di entità per ogni specie. Lavoro di segno, attorno tanti altri ottimi lavori, di nomi in cui si investe l’orgoglio e che con piacere si veste una parete come anima di casa.

Ma il lavoro di creare un’opera d’arte non si limita a scegliere i giusti colori e segni, è un lavoro di ricerca sulle forme che hanno la vita, sulle forme che non hanno vita, sul pensiero e sulla percezione, su come il mondo crea e cambia la ragione dell’essere e su come l’immagine dell’immaginazione trasforma l’immaginata terra in traccia da seguire per continuare a coltivare l’attimo di vita sul confine con tutto ciò che ci aspetterà per l’eternità.

Grandi scogliere, massicci che sognano il mondo, noi parte mobile di tutto questo creato, ci appoggiamo su parole per poter suscitare l’interesse di sostenere l’arte,

ed ecco il link all’opera con cui accompagno questo appello:

titolo : gennaio.

http://basezero.arsvalue.com/asta/asta-flash-ad-affordable-art-fair/sessione/quinta-sessione—dal-lotto-122-al-lotto-151/lotto/136/1820/2546/2831674/50

FullSizeRender (3)

| Tagged , , , , , , | 2 Comments

Perché ciò sia chiaro, bisogna sapere che la differenza tra l’intelletto e la funzione organica della vista è rappresentata dal fatto che tutti gli oggetti di quest’ultima sono equidistanti dalla conoscenza: la percezione sensibile non è infatti una facoltà associativa tale che partendo da uno dei suoi oggetti pervenga necessariamente ad un altro. Per l’intelletto, al contrario, non tutto ciò che è intellegibile è ugualmente prossimo alla conoscenza, ma qualcosa è in grado di considerarlo subito, qualcos’altro invece non lo considera se non sulla base di altro che abbia precedentemente esaminato.

 

(Tommaso D’Aquino, De magistro)

 

WP_000648Marco Favazzi olio su cartoncino 70x100cm 2014

 

 

 

 

Marco Favazzi

Marco Favazzi

 

| Tagged , , , , , , , , | Leave a comment

WP_000504

| Leave a comment

MarcoFvz

interno/esterno

 

incontro/assolto

| Leave a comment

Confused Hydrogens

New reading.

atomic – lettrist poems.

sentences of scientific’s review as verse of rationalistic poetry.

1927-2013

http://www.scribd.com/doc/151945834/Confused-Hydrogens

 

penso

Posted in idealmaterialismo, Pittura, Poesie | Tagged , , , , , , , , , , , , | Leave a comment

sembra che esista una connessione. prato.materia.vita.mondo.persona.fiore ed energia.

e continuo a purificare spazio,tempo e immaginale.

l’immagine del mondo e il pensiero sono connessi al tempo e al modo con cui il mondo ci comunica lo stato d’animo in cui riconosciamo l’universo che si presenta a noi come mondo, e così come noi presentiamo il mondo in modo anche inconscio, esso si presenta a noi cercando di assotigliare la distanza che c’è tra inconscio e consapevole e tra esterno e interno. in questo modo forse lo spirito dell’arte ci permette di correlare lo spirito umano immerso in pensieri di connessione allo spirito o energia gravitazionale del mondo che presenta la sua forma attraverso l’opera di creazione artistica.

ho unito, procedura avviata con ogni foglio che mostrava il suo retro, locandine di una mostra (Ri-art, avvenuta nel 2012 con i pittori dell’associazione Arte il Faro). locandine dipinte come segno di coerenza con il tema della mostra, essa stessa sul riciclo-e quindi non usate per essere disperse, ma utilizzate come messaggio di un’opera che c’è stata e che perdura solo attraverso ciò che è stato e dirette conseguenze di rigenerazione del processo creativo e progettuale. i fogli in questione, una volta uniti e una volta usati come supporto conoscitivo e pittorico, hanno mostrato questa immagine, che sembra possa essere connessa a un senso.

Bene a noi tutti.

mi fa piacere non aver obbligato nessuno a leggere questa cosa, ma chissà.

| Tagged , , , , , , | Leave a comment

Colore, elettroni di valenza, metallo, corrente elettrica, pixel, circuito, memoria, percezione allegorica.

 

people and landscapeshape and landscapeshape and will in the worldColore, Metallo, elettrone di valenza, Pianeti

Farbe, Valenzelektronen, Metall, Macht, pixel, Schaltung, Gedächtnis, Wahrnehmung allegorisch.

enamel on copper, Marco Favazzi

| Tagged , , , , , , , , , | Leave a comment