Dionigi Aeropagita (o Damascio?) e i nomi divini come forme e orme.

Nel corpus degli scritti di Dionigi Aeropagita, o del, più probabile, neoplatonico Damascio, ci sono molti spunti interessanti per poter avere una visione luminosa del creato inteso come oggetto emanato da una fonte. Oggetto presente in un mondo in cui non vi è materia. Oggetto emanato da una fonte e che ospita la nostra vita, anch’essa proveniente dalla stessa fonte.

La visione del bene che si rivela attraverso la presenza e del male inteso come assenza del bene, libero arbitrio dell’essere umano; bene come ordine, male come disordine. Ho trovato interessante schematizzare i nomi divini, modestamente evita di nominare o di visualizzare ciò che è non nominabile e non comprensibile, in quanto sovrasostanziale, in modo da formare nomi che si propagano come forma di gerarchia razionalizzabile attraverso le diverse orme (o forme) del logos divino.

 

 

 

 

About screenshare

harmonize your harmonium in an harmonious way
This entry was posted in Uncategorized and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s